MyCNA       Lavora con noi

Internazionalizzazione imprese: a breve il bando della Regione Lazio

Progetti di promozione dell'export per favorire l'internazionalizzazione delle imprese: a finanziarli è la Regione Lazio, che ha pubblicato il bando destinato a imprese con sede nella regione e a forme aggregate di imprese. Le domande a partire dalle ore 12 del 14 febbraio prossimo.

E' stato pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Lazio del 12 gennaio 2017 il bando per l'internazionalizzazione delle PMI del Lazio, che finanzia progetti di promozione dell'export destinati ad imprese e loro forme aggregate individuate su base territoriale o settoriale. Disponibili 5 milioni di euro di cui 4 milioni di provenienza POR FESR 2014-2020 e 1 milione di euro di risorse regionali. Domande a partire dalle ore 12.00 del 14 febbraio 2017.

Sono agevolabili “Piani di Investimento per l’Export” (PIE) che illustrano la strategia della singola impresa, ovvero, nel caso di Aggregazioni Temporanee, anche la strategia dell’intera Aggregazione, rispetto all’apertura ai mercati esteri e, in coerenza con tale strategia prevedono la realizzazione di almeno due delle Attività “A”, “B”, “C”, di seguito elencate e articolate in Tipologie di Intervento, oltre ad eventuali Attività accessorie:

A. Cooperazione industriale, commerciale e di export in mercati esteri ritenuti prioritari per la ricerca di collaborazioni industriali, commerciali e di esportazione di prodotti e di servizi regionali:

  1. Partecipazione a manifestazioni fieristiche o a saloni internazionali o a rilevanti eventi commerciali all’estero;
  2. Progettazione e realizzazione di eventi promozionali volti alla valorizzazione di filiere e reti di imprese; realizzazione temporanea all’estero, per un periodo massimo di 12 mesi, di showroom e di centri espositivi;
  3. Azioni di promozione, comunicazione e marketing strumentali ad A.1 e A.2.

B. Acquisizione di servizi specialistici per l’internazionalizzazione:

  1. Supporto strategico per l’elaborazione di un Piano di penetrazione commerciale in un determinato Paese e settore;
  2. Supporto consulenziale strumentale al progetto di internazionalizzazione;
  3. Spese relative al Temporary Export manager e consulenze specialistiche ad integrazione di funzioni aziendali e funzionali al progetto di internazionalizzazione

C. Attività volte a migliorare, anche ai fini dell’esportazione, la qualità della struttura e del sistema produttivo ed acquisire certificazioni attinenti alla qualità e alla tipicità dei prodotti e ai sistemi ambientali.

I progetti possono essere completati da Attività accessorie quali il costo del personale impegnato per la realizzazione delle attività A e i costi indiretti riconosciuti forfettariamente.

I Progetti devono, pena l’esclusione, presentare un importo complessivo di Spese Ammissibili:

i. non inferiore a 50.000,00 Euro se presentati da PMI in forma singola;
ii. non inferiore a 100.000 Euro se presentati da una Aggregazione Temporanea.

Il contributo è concesso a fondo perduto secondo le percentuali di seguito indicate:

a. Progetti presentati da PMI in forma singola:

Contributo pari al 40% delle Spese Ammesse e comunque nella misura massima di 100.000 Euro

Progetti presentati da Aggregazioni Temporanee: Contributo pari al 50% delle Spese Ammesse e comunque nella misura massima di 150.000 Euro per singola PMI Partner e di 250.000 Euro per l’intero Progetto.

Lo Sportello Internazionalizzazione della Cna di Roma, grazie all'esperienza maturata negli anni nell'analisi dei mercati internazionali, nella consulenza sui mercati esteri e nella redazione e gestione di progetti di internazionalizzazione singoli o collettivi, è a disposizione delle imprese per fornire orientamento sul bando, assistenza per la formulazione dei progetti e per la presentazione delle domande.

CHIEDI INFORMAZIONI SUL BANDO

Compila il modulo

Chiedi informazioni sul bando